Yantra Smarriti di Albino Mattioli

Albino Mattioli

La parola sanscrita yantra deriva dalla radice yam che significa sostenere, sorreggere l’energia Divina e il suffisso tra, ovvero il mezzo per connettersi a questa energia. E’ quindi uno strumento che conduce la nostra coscienza interiore all’auto-trascendenza. Come spiega anche Albino Mattioli, “sono un mezzo di comunicazione non convenzionale, un campo in cui si assemblano elementi che seguono un certo ordine e risonanza. Li definisco SMARRITI riferendomi alla necessità di ritrovare qualcosa in essi, ad esempio noi stessi, la nostra natura reale. Ritrovare l’arte quale presenza costante nella vita di tutti i giorni”. Immergendoci nelle opere di Albino Mattioli possiamo scoprire le sensazioni di quell’istante in cui l’artista “morde” la tela per esprimere tutto il suo microcosmo interiore.